Arrestato in crociera a Genova colpevole di rapina a mano armata a Brindisi

Arrestato a Genova uno dei tre colpevoli di una rapina a mano armata a Genova, era in crociera nella capitale ligure.

GENOVA – I Carabinieri di Brindisi hanno arrestato di un un uomo in crociera al porto di Genova. Il 33enne era il responsabile, insieme ai due fratelli, di una rapina a mano armata ad un ufficio postale di Brindisi.

L’uomo era in una crociera per il mar Mediterraneo, sulla Msc Bellissima, ma non è stato l’unico arrestato. Anche i suoi due fratelli sono stati fermati: un 27enne arrestato presso la sua abitazione, in Puglia, e un 36enne già in carcere per altri reati.

L’arresto del rapinatore in crociera a Genova

Il Gip di Brindisi, Tea Verderosa, ha emesso il provvedimento di arresto dei tre uomini, richiesto dal Procuratore della Repubblica di Brindisi, Pierpaolo Montinaro. Lo stesso Dottor Montinaro è stato colui che ha coordinato le investigazione dei Carabinieri della Sezione Operativa di Brindisi.

Carabinieri macchina
Carabinieri macchina

Il 33enne è stato arrestato sulla nave da crociera “Bellissima” mentre era attraccata al posto di Genova. L’arresto del fratello di mezzo è avvenuto mentre era ancora “fuori regione” per evitare la sua fuga.

L’uomo, infatti, sarebbe potuto venire a sapere dell’arresto dei suoi due fratelli e sarebbe potuto fuggire.

Le indagini sulla rapina a mano armata a Brindisi

I tre arrestati avevano già avuto degli incontri con la legge, ma nello specifico sono ritenuti colpevoli di una rapina avvenuta la mattina del 22 marzo 2019 all’ufficio postale di via Duca degli Abruzzi a Brindisi.

Nella rapina il 33enne arrestato a Genova avrebbe atteso in auto all’esterno per facilitare la fuga. Gli altri due, invece, sono entrati nell’ufficio postale con pistola e passamontagna per poi fuggire con il bottino di circa 1500 €.

I tre fratelli sono stati rintracciati dai rilievi che i Carabinieri hanno effettuato sui passamontagna usati dai rapinatori. Il DNA di due dei fratelli è stato trovato e da lì i tre sono stati collegati anche ad altre rapine effettuate a Brindisi.

Il 33enne, ora, si trova nel carcere di Genova, mentre il 27enne è stato portato nel carcere di Brindisi. il 36enne, invece, si trovava già nel carcere di Taranto ed è rimasto lì.

Fonte immagine di copertina: https://twitter.com/MediasetTgcom24

ultimo aggiornamento: 10-06-2019

X