Due bambine di Piacenza sono state infibulate in patria. Il padre è stato arrestato dopo la denuncia della madre.

PIACENZA – Due bambine di Piacenza sono state infibulate in patria nelle scorse settimane. Come raccontato da Libertà e riportato dall’Ansa, le piccole sono partite con il padre nel Paese d’origine, con il genitore che le ha sottoposte alla mutilazione dei genitali. Immediata la denuncia della madre al ritorno in Italia, con i medici della Asl che hanno segnalato la vicenda ai carabinieri.

L’uomo è stato arrestato, ma gli inquirenti preferiscono mantenere il massimo riserbo. Sono in corso tutti gli approfondimenti del caso e non si escludono delle novità nei prossimi giorni.

Bernini (Forza Italia): ” Nuovo campanello di allarme”

L’episodio è stato commentato da Anna Maria Bernini. “E’ un nuovo campanello d’allarme sulla condizione femminile in troppe famiglie di immigrati dentro cui vige un regime talebano – ha detto la senatrice di Forza Italia – la mutilazione genitale è severamente punita in Italia grazie alla legge Consolo, ma un’usanza tribale, che pur non essendo legata ad alcun precetto religioso, viene purtroppo ancora praticata e suggerita da alcuni imam provenienti soprattutto da Somalia ed Egitto […]. Se i genitori non accettano di integrarsi, bisogna alzare il livello di sorveglianza per impedire questi inammissibili soprusi“.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Carabinieri
Carabinieri

Insegnante arrestato a Ferrara per molestie nei confronti di due alunni

Un insegnante di 37 anni, invece, è stato arrestato a Ferrara con l’accusa di aver molestato due alunni di 12 e 13 anni. I ragazzini, come riportato dall’Adnkronos, sono stati ascoltati in audizione protetta dopo la denuncia presentata dai genitori.

Le indagini hanno portato al fermo del 37enne, che ora deve restare nella propria abitazione almeno fino al processo. Nei suoi confronti, inoltre, la Procura ha emesso una misura interdittiva della sospensione dell’esercizio del pubblico ufficio, per cui l’insegnante non potrà comunque entrare in aula sino alla revoca del provvedimento.


Anziano ucciso a Livorno, arrestata la badante. In manette anche il suo compagno

Giulia Caminito ha vinto il premio Campiello