Trapani: bloccata una nave ong per rapporti con i trafficanti di uomini

chiudi

Caricamento Player...

La nave appartiene all’organizzazione tedesca ‘Jugend Rettet’, una di quelle che non ha firmato il protocollo.

Il protocollo predisposto dal Viminale per controllare il traffico di migranti a bordo delle navi delle ong, firmato solo da tre organizzazioni, inizia a mostrare la propria efficacia. Come riferito dall’Ansa, la nave Iuventa, battente bandiera olandese e appartenente all’ong tedesca ‘Jugend Rettet’, una di quelle che non ha firmato il protocollo, è stata bloccata e successivamente sequestrata dalla Guardia Costiera. Il reato contestato sarebbe di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Spiega il procuratore di Trapani, Ambrogio Cartosio: “Il fatto che la ong non abbia firmato il protocollo non c’entra nulla con l’operazione odierna. Persone che lavorano all’interno della Iuventa avrebbero trasbordato, per due volte, sulla nave migranti scortati da trafficanti libici“.

Il sequestro della Iuventa

La disposizione è stata attuata dal gip di Trapani, Emanuele Cersosimo, su richiesta del pm Andrea Tarondo. Il provvedimento trova la sua genesi in un’inchiesta partita nell’ottobre del 2016 che ha consentito di raccogliere indizi sull’uso della Iuventa per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. La Iuventa è stata utilizzata stabilmente per il soccorso di migranti in prossimità delle coste nordafricane e per il loro trasbordo su altre navi in acque internazionali. L’inchiesta trapanese sulle navi delle ong era stata resa nota già dallo scorso aprile.