Chi è Antonella Palmisano, la carriera e la vita privata della marciatrice italiana. A Tokyo è arrivato il suo primo oro olimpico.

ROMA – Antonella Palmisano ha regalato l’ottavo oro olimpico a Tokyo. Una prestazione senza errori quella della marciatrice nella 20 km e le avversarie non hanno potuto fare niente. Una grande prova per la nativa di Mottola nel giorno del suo compleanno. Un successo che la consacra definitivamente tra le grandi ed ora nel sui mirino c’è Parigi, altra manifestazione che molto probabilmente la vedrà protagonista.

Chi è Antonella Palmisano, la carriera della marciatrice italiana

Nata a Mottola il 6 agosto 1991, Antonella Palmisano ha iniziato a correre da piccola anche grazie alla passione per lo sport dei genitori. I successi da piccola le hanno permesso di farsi notare tanto che nel marzo 2010 è entrata a far parte del Gruppo Sportivo Fiamme Gialle.

Un ingresso che le hanno permesso di ottenere dei risultati importanti anche a livello internazionale come il doppio bronzo agli Europei Under 23 o il bronzo iridato a Londra nel 2017, un anno dopo la delusione di Rio dove ha concluso al quarto posto. Una medaglia di legno che sicuramente è stata una carica in più anche in ottica Tokyo.

Tokyo 2020

La consacrazione definitiva in questo sport per la marciatrice italiana è arrivata a Tokyo. In Giappone la Palmisano aveva i favori del pronostico anche per i risultati ottenuti in passato e la pugliese non ha fallito. Un oro olimpico che ha permesso ad Antonella di entrare definitivamente tra i grandi di questo sport.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Tokyo
Tokyo

Il marito e la vita privata di Antonella Palmisano

La marciatrice italiana ha sempre lasciato fuori dalla luce dei riflettori la sua vita privata. L’azzurra nel 2018 ha sposato il compagno della sua vita Lorenzo Dessi. Una proposta di matrimonio arrivata direttamente all’aeroporto di Fiumicino dopo l’arrivo da Rio della Palmisano.


Papa Paolo VI, quindici anni di Montini al Vaticano

Chi è Luigi Busà, l’azzurro che ha conquistato l’oro olimpico nel karate a Tokyo