Fabio Maresca nel mirino di Roma e Milan dopo l’arbitraggio dell’Olimpico. Ecco chi è l’arbitro napoletano.

ROMA – Fabio Maresca bocciato dopo Roma-Milan. La gestione della gara e le decisioni non hanno per nulla soddisfatto sia le squadre che Gianluca Rocchi, pronto a fermarlo dopo i diversi errori fatti in questa partita. Non è la prima volta che il direttore di gara napoletano finisce nel mirino delle critiche da parte di un tecnico.

E’ ormai celebre a tutti la frase “Sei sempre tu Maresca, anche al Var, bravo” pronunciata da Antonio Conte quando sedeva sulla panchina dell’Inter. Ma chi è il direttore di gara? Ecco cosa sappiamo di lui.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Chi è Fabio Maresca, la carriera dell’arbitro napoletano

Nato a Napoli il 12 aprile 1987, Fabio Maresca ha intrapreso la carriera di arbitro all’età di quindici anni. Da qui è iniziata la continua ascesa che lo ha portato in meno di due decenni a diventare fischietto nella massima serie ed è stato il primo arbitro a fischiare un calcio di rigore dopo il consulto con il Var.

Arbitraggi che, come abbiamo potuto vedere dalle proteste di Mourinho e Conte, non sempre hanno convinto e non mancheranno le polemiche alla prossima designazione. Intanto, il fischietto napoletano prosegue anche la sua seconda carriera quella di vigile del fuoco.

Fabio Maresca
Fabio Maresca

La moglie e la vita privata di Fabio Maresca

Il fischietto napoletano ha sempre lasciato la sua vita privata fuori dalla luce dei riflettori, ma è notizia di qualche settimana fa il matrimonio con la donna che è stato al suo fianco in questi ultimi anni. Le nozze sono state celebrate lo scorso luglio.

Per il resto sappiamo ben poco anche per una scelta dello stesso direttore di gara. Le polemiche su di lui, però, non sembrano essere destinate a finire e toccherà allo stesso arbitro dimostrare che si è trattata solo di una serata no quella dell’Olimpico.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 01-11-2021


Chi è Matteo Giunta, il fidanzato di Federica Pellegrini

Chi è Antonio Conte