Come fare il passaggio di proprietà fra privati

Ecco al procedura corretta per fare fra privati il passaggio di proprietà

chiudi

Caricamento Player...

Il passaggio di proprietà è l’atto necessario nel trasferire la proprietà dell’auto ad un altro soggetto. Ma qual è la giusta procedura da seguire correttamente in maniera tale da non incorrere in possibili sanzioni?

E’ bene sottolineare a tutti i lettori che dal momento della firma dell’atto di vendita si avranno 60 giorni per regolarizzare la propria posizione. La modulistica e i documenti necessari che occorrono per poter eseguire tale procedura sono la fotocopia del libretto di circolazione della macchina e in aggiunta un documento di riconoscimento del nuovo acquirente.

Come procedere con il passaggio di proprietà

Una volta che si avrà in mano tutto l’occorrente, bisognerà recarsi alla Motorizzazione oppure all’ufficio del registro automobilistico (PRA). Bisognerà richiedere il modulo NP3C apposito per il passaggio di proprietà e dovrà essere compilato in tutte le sue parti. Naturalmente occorreranno in questo caso la firma sia dell’acquirente che del venditore.

Se il venditore è impossibilitato a presentarsi in motorizzazione o al PRA, allora basterà anche una sua firma autenticata. A questo punto basterà consegnare il tutto ad un addetto ai lavori, includendo anche una marca da bollo dal costo di 14,62€.

Con questa operazione appena illustrata tutto l’iter burocratico è stato completato per effettuare correttamente il passaggio di proprietà. Il tempo per aggiornare la carta di circolazione cambia da regione a regione. Ci sono addirittura alcuni uffici che riescono a completare il tutto in un solo giorno.

Quanto costa effettuare il passaggio di proprietà fra privati?

Sono in molti a porsi questa domanda. Innanzitutto bisogna considerare il costo della marca da bollo da 14,62€, bisogna poi sommare l’importo dell’imposta di bollo per la registrazione al PRA al costo di 29,24€, le commissioni per la Motorizzazione Civile di 9,00€, e le commissioni per l’ACI pari a 20,92€. Il totale è dunque, di 73,78€. A questo importo va aggiunto anche il costo dell’imposta provinciale di trascrizione pari a 150,81€ per i mezzi con una potenza fino a 53 kW, mentre per ogni kW in più va aggiunto un importo che oscilla tra 3.51€ e i 4.56€.