Depotenziare auto per neopatentati

Depotenziare un’auto per neopatentati è possibile? La legge lo consente?

chiudi

Caricamento Player...

Depotenziare un’auto è possibile erroneamente a quanti molti pensano, tuttavia non è un’operazione molto facile, ma neanche impossibile. Tuttavia c’è da dire che, chi vuole eseguire tale procedura i costi non sono propriamente bassi, quindi se qualcuno vuole una macchina meno potente, a questo punto sarebbe meglio acquistare un usato. Ma ci sono anche dei vantaggi per chi decide di depotenziare l’auto. Vediamo il tutto nel dettaglio.

Cosa significa depotenziare?

Prima di tutto, depotenziare significa diminuire di potenza il motore. La macchina depotenziata non si rovina, perde di potenza ma rimane uguale in tutto e per tutto alla versione originale.

Perchè depotenziare un’auto?

Diversi sono i  motivi che spingono sempre più persone a richiedere tale operazione. Uno di questi è l’esenzione del superbollo. A differenza del bollo normale, il superbollo è una tassa statale che prevede il pagamento di 20€ per ogni kW di potenza che eccede i 185 kW. Ma il vantaggio maggiore riguarda proprio i neopatentati.

A partire dal 09 febbraio 2011 i neopatentati non possono guidare macchine che abbiamo una certa potenza. In particolar modo, non possono guidare veicoli che superano il rapporto peso-potenza superiore ai 55 kw a tonnellata.

Questa normativa è stata messa in vigore per il semplice fatto di aumentare la sicurezza nonchè la tutela dei neopatentati. Così facendo, i neopatentati, avranno per 12 mesi un periodo di ambientamento con la macchina prima di guidare auto con potenza e cilindrata superiore.

Quanto costa depotenziare un’auto?

E’ importante sapere che dopo l’aggiornamento tecnico del veicolo è importante aggiornare anche il libretto di circolazione presso la Motorizzazione civile. Non tutti lo sanno, ma l’operazione di depotenziamento è reversibile, per cui quando si vorrà l’auto potrà nuovamente ritornare nella sua forma originale.

Ovviamente tutto questo ha un costo sia se si decide di procedere con la suddetta operazione in Italia che all’estero. Ad esempio in Germania, procedere con questa pratica, ha un costo di 3.000€.

Ora tocca a voi decidere di potenziare o meno un’auto!