Ecco la procedura esatta per rottamare l’auto intestata ad un defunto

Purtroppo la perdita di una persona cara è sempre un dolore incolmabile, ma la vita ci impone ad andare avanti nonostante tutto. In caso di lutto sono molte le faccende da sbrigare. Oggi vedremo come rottamare l’auto di un defunto.

Come si fa a procedere con la rottamazione: consigli e suggerimenti al riguardo

La rottamazione consente di demolire un veicolo nel momento in cui non presenta più le caratteristiche necessarie per la circolazione stradale, ad esempio, perchè è incidentato in maniera irrimediabile oppure perchè è troppo vecchio. La procedura non comporta solamente la distruzione del mezzo, ma viene cancellato dal pubblico registro automobilistico, PRA.

Per poter demolire un’auto occorre recarsi presso un centro autorizzato nel trattamento per “rifiuti speciali pericolosi” e presentare i seguenti documenti:

  • libretto di circolazione
  • certificato di proprietà e le due targhe del veicolo
  • la copia del certificato di morte dell’intestatario della macchina
  • la dichiarazione sostitutiva di tutti gli eredi firmata in originale
  • la copia del documento di identità di tutti gli eredi

Se manca anche solo uno di questi certificati, in questo caso bisognerà  presentare una denuncia all’organo competente. In alcuni casi potrebbe essere necessario il verbale originale.

Rottamazione: quali sono i costi a carico dell’erede?

Per poter effettuare la rottamazione sono previsti dei costi, che in caso di morte del’intestatario sono a carico dell’erede. Quindi occorre pagare l’imposta di bollo di 32,00€ se si è in possesso del certificato di proprietà, mentre in caso contrario l’importo è di 48,00€ se si utilizza il modello NP3C, a cui vanno aggiunti 13,50€ come emolumenti ACI.

Ovviamente se il mezzo deve essere trasportato presso il centro di demolizione e lo esegue uno degli addetti al lavoro in questo caso bisognerà aggiungere ulteriori costi, ma questo dipenderà dal centro di raccolta autorizzato.

ultimo aggiornamento: 08-05-2017


Nuove manovre per superare la patente B

Auto d’epoca: assicurazione