Le dichiarazioni in conferenza stampa di Antonio Conte alla vigilia di Barcellona-Inter: “La partita della vita deve essere sempre quella che stiamo per giocare”.

Intervenuto in conferenza stampa alla vigilia di Barcellona-Inter, Antonio Conte ha parlato della seconda partita in Champions della sua squadra, che dovrà riscattare un esordio decisamente deludente.

Barcellona-Inter, la conferenza stampa di Antonio Conte

Il tecnico dei nerazzurri ha parlato della suggestiva sfida contro il Barcellona. Si tratta di una partita impegnativa ma non proibitiva alla luce anche del momento non ottimale dei catalani.

“Giocare qui non è semplice, ma veniamo per giocarci le nostre carte con grandissimo rispetto sapendo di affrontare un candidato alla vittoria finale. Il nostro è un girone bello, interessante e sicuramente difficile. E ce ne siamo accorti con lo Slavia. Se hai ambizione, voglia e speranza di andare avanti devi cercare di fare punti ovunque”.

Conte ‘allontana’ la Juve: “La partita della vita deve essere quella che stiamo per giocare”

L’allenatore ha poi parlato dei rischi legati alla possibile distrazione del prossimo match di campionato, che vedrà i nerazzurri impegnati contro la Juventus.

“Sarà una settimana bella intensa per noi. Ma, come facciamo sempre, la partita della vita per noi deve essere quella che stiamo per giocare. Quindi, in questo caso, quella contro il Barcellona. Non penso ci sia bisogno di dare stimoli ai ragazzi, nascono da soli in gare così. Questo match dovrà essere un altro step per noi”.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Antonio Conte
Antonio Conte

Barcellona-Inter, Lukaku non convocato

Antonio Conte ha poi concluso commentando l’assenza di Lukaku:

“Non c’è Lukaku, non è partito con noi a causa di un piccolo affaticamento al quadricipite. Si tratta di un problema che si portava dietro da una decina di giorni, gli esami fatti sono stati negativi ma non abbiamo voluto rischiare. Bisogna rispettare le sensazioni di un calciatore”.

TAG:
calcio news Inter

ultimo aggiornamento: 01-10-2019


Genk-Napoli, Ancelotti: “Dobbiamo fare quello che sappiamo fare”

Milan, non solo Giampaolo: anche Boban e Maldini sotto esame