Coronavirus, morto a 29 anni Matteo Mutti, campione di poker

Coronavirus, morto a 29 anni Matteo Mutti, campione di poker

Coronavirus, morto a ventinove anni Matteo Mutti, campione di poker in grado di imporsi a livello nazionale e internazionale.

È morto a soli ventinove anni Matteo Mutti, giovanissimo campione di poker, morto a causa di complicanze legate al coronavirus.

Coronavirus, morto Matteo Mutti, campione di Poker. Aveva 29 anni

Mutti, a cui era stata diagnosticata la leucemia, è morto a causa di complicanze legate al coronavirus. Il giovane aveva contratto il virus proprio quando era stato trovato un possibile donatore che avrebbe potuto salvarlo dal brutto male, dall’infame leucemia.

Il giovane talento delle carte ha iniziato a combattere anche contro il Covid, La situazione era evidentemente delicata alla luce del quadro clinico ma l’ultimo tampone aveva dato esito negativo. La luce in fondo al tunnel. O almeno sembrava.

Complicanze legate al coronavirus hanno reso necessario il ricovero in terapia intensiva. Poi il triste decesso.

Terapia intensiva coronavirus

La carriera di Mutti

Nel corso della sua carriera, sia giocando ai tavoli reali che a quelli virtuali Matteo Mutti era riuscito a imporsi a livello nazionale e internazionale. E ovviamente ad aggiudicarsi ingenti montepremi in denaro. Nonostante il successo non ha mai voltato le spalle alla sua storia, alla sua vita, alle sue origini.

Amici e colleghi lo ricordano con grande affetto, parlando di un ragazzo buono, generoso, sempre disponibile. Un’altra vittima di una pandemia infame che non guarda in faccia a nessuno.

Di seguito un video con le dichiarazioni di Mutti dopo la vittoria in un prestigioso torneo

ultimo aggiornamento: 02-07-2020

X