Jean-Claude Juncker ritorna sulla Manovra del Governo italiano e risponde alle provocazioni di Matteo Salvini.

BRUXELLES (BELGIO) – Nuovo giorno di botta e risposta tra Roma e Bruxelles. Il vicepremier Luigi Di Maio ha confermato di non avere intenzione di fare un passo indietro nonostante la bocciatura dell’Unione Europea. Dall’Austria arrivano le parole del commissario Jean-Claude Juncker che ha ribadito la linea scritta nella lettera inviata al ministro Tria e attacca Salvini: “L’Italia – riporta il sito dell’ANSAsi trova in una situazione difficile ma non l’ho mai paragonata alla Grecia. La strada intrapresa dal Governo italiano non è quella giusta per rimanere entro gli obiettivi di bilancio concordati. Ma allo stesso tempo non spetta alla Commissione entrare nelle misure inserite nella Manovra. Noi chiediamo solo di rispettare i patti“.

Juncker risponde a Salvini: “Si è espresso in modo sboccato”

Nella sua intervista ai microfoni del Der Standard Juncker ha risposto anche a Matteo Salvini che nei giorni scorsi aveva dichiarato di voler parlare solo con persone sobrie: “Non ho sentito le sue parole ma solo lette. Io queste cose non le prendo in considerazione. Il fatto che sia lui che Di Maio si esprimano in modo sboccato fa capire tante cose“.

Matteo Salvini
Matteo Salvini

Conclusione finale sull’amicizia tra il leader della Lega e il vicecancelliere austriaco Strache: “Una cosa che non mi sorprende moltissimo. Non possiamo scegliere i parenti ma gli amici sì“.

Parole chiare dal parte del commissario europeo Juncker che ha ribadito all’Italia di fare un passo indietro per rispettare i vincoli europei. Di Maio e Salvini hanno confermato l’intenzione di continuare sulla strada intrapresa da quando sono al Governo. Un braccio di ferro che potrebbe non avere fine.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/JunckerEU/


Usa, Kavanaugh eletto alla Corte Suprema. Proteste e arresti

Salvini: “Chi si difende in casa sarà difeso anche dallo Stato”