Salvini: “Camorristi, mafiosi e ‘ndranghetisti: zitti e a cuccia”

Matteo Salvini parla del Decreto Sicurezza e Immigrazione e delle prossime mosse del governo. “Chiusura entro le 21.00 dei negozietti etnici”.

Accantonata solo per pochi minuti la manovra economica, Matteo Salvini è tornato a parlare del Decreto Sicurezza. Il ministro dell’Interno, intervenuto sulla propria pagina Facebook, ha fatto sapere che tra i provvedimenti del decreto c’è la chiusura alle ore 21.00 dei negozi etnici.

Matteo Salvini
Fonte foto: https://www.facebook.com/Sabrina1401016/?tn-str=k*F

Matteo Salvini: “Ha cominciato il suo iter il Decreto Sicurezza. Tra gli emendamenti anche quello della chiusura entro le 21.00 dei negozietti etnici”

“Ha cominciato il suo iter il Decreto Sicurezza e Immigrazione. È un decreto che vuole portare più sicurezza nelle strade italiane, è un decreto che riconosce i diritti per i profughi veri ma rispedisce a casa i finti profughi che picchiano, spacciano e molestano. Basta. Di questa gentaglia ne abbiamo a sufficienza.

Ci saranno alcuni emendamenti come la chiusura entro le ore 21.00  di quei negozietti etnici che diventano ritrovo di ubriaconi, spacciatori, casinisti. Sono sicuro che come ce l’ho io vicino a casa ce l’avete anche voi. Sono quelli dove c’è gente che beve birra fino alle tre del mattino, pisciano, cagano. Scusate il linguaggio ma se fanno pipì sul cancello o sulla porta di casa non è educato.

Non è un’iniziativa contro i negozi stranieri. È un’iniziativa per limitare gli abusi e le irregolarità di alcuni negozi, quasi tutti gestiti da cittadini stranieri, che diventano un ricettacolo di gente che fa casino.

Un’altra iniziativa riguarda l’impiego delle Forze dell’Ordine davanti agli stadi. Ogni sabato e ogni domenica migliaia di poliziotti e carabinieri a gestire l’ordine pubblico. Chi paga? Noi, voi. Chiederemo che le società di calcio destinino il 5 o il 10% dell’incasso dei biglietti per la gestione dell’ordine pubblico. Non è giusto che siano tutti gli italiani a pagare perché fuori dagli stadi non si prendano a mazzate“.

Matteo Salvini
Matteo Salvini

Matteo Salvini: “Camorristi, mafiosi e ‘ndranghetisti zitti e a cuccia”

Il ministro ha poi parlato della lotta alla criminalità organizzata infiammando i toni e puntando il dito contro i criminali.”Lotta alla mafia. Ci stiamo occupando delle occupazioni abusive. Ci sono minacce, ‘facciamo saltare, picchiamo, spariamo…’. Camorristi, mafiosi e ‘ndranghetisti: zitti, a cuccia e fuori dalle palle. Avete trovato il ministro sbagliato. 

Mafia, ‘ndrangheta e Camorra sono la stessa mer*** che nell’Italia dove voglio che crescano i miei figli non dovrà avere un centimetro di spazio. Se pensate di far paura a qualcuno avete trovato il ministro sbagliato e il governo sbagliato. Figuriamoci se abbiamo paura di questi fenomeni“.

Di seguito il video pubblicato da Matteo Salvini sulla propria pagina Facebook:

Lavoro, tasse, pensioni, sicurezza: burocrati e professoroni contro il governo ma noi tiriamo dritto! #primagliitalianiIn diretta dai tetti di Roma.

Pubblicato da Matteo Salvini su Giovedì 11 ottobre 2018

Governo, gli altri impegni di Matteo Salvini

“Qualche giornale ha scritto che stiamo lavorando per togliere agenti. No, no, no.  Segnate e se succederà qualcosa di diverso venite a tirarmi le orecchie. Stiamo lavorando per un piano di assunzione straordinario per il quale ognuna delle Questure italiane avrà più donne e più uomini della Polizia di Stato. Nessuna città avrà un solo poliziotto in meno, anzi, ognuna ne avrà almeno uno in più.

Dove troviamo i soldi visto che non andiamo a rapinare le banche? I soldi li troviamo tagliando le spese sull’immigrazione e l’accoglienza. L’anno prossimo conto di farvi risparmiare, grazie alle politiche rigorose sull’immigrazione, più di un miliardo di euro. Un miliardo di euro in meno per mantenere un esercito di finti profughi significa 10.000 uomini delle Forze dell’Ordine in più”.

Fonte foto copertina: https://www.facebook.com/giuseppe.tosello

ultimo aggiornamento: 12-10-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X