Attentato a Lione, due le persone fermate

Momenti di paura a Lione per un’esplosione nel cuore della città. Le autorità locali hanno fermato due sospettati.

LIONE (FRANCIA) – Sono due le persone fermate in Francia per l’attentato di Lione. Secondo quanto riportato dai media locali, uno degli arrestati è indiziato di essere l’autore dell’attentato con una bomba lasciata davanti alla panetteria.

Lione, esplosione nel cuore della città

E’ stato un venerdì 24 maggio 2019 di paura a Lione per un’esplosione in pieno centro. Secondo le prime indicazioni che arrivano dai media locali il bilancio è di almeno 13 feriti.

Tra le persone rimaste coinvolte in questo attentato anche una bambina di 8 anni ma le condizioni non sembrano in pericolo di vita.

Polizia Francia
fonte foto https://www.facebook.com/PoliceNationale

Esplosione a Lione, fermati due sospettati

Secondo quanto riferito da Bfm-TV la polizia si sarebbe messa sulle tracce del presunto attentatore. Si tratta di un uomo in bicicletta. Sembra essere stato lui a depositare il pacco bomba nella zona pedonale nei pressi di Palce Bellecour, nel cuore di Lione. La polizia ha fermato due persone.

Pacco bomba a Lione, si segue la pista del terrorismo

E’ scattato immediatamente l’allarme terrorismo in Francia. Secondo fonti della Procura di Lione – citate dai media locali – ad esplodere è stato un pacco bomba riempito di chiodi, viti e bulloni e posato per strada. Al momento gli inquirenti non vogliono escludere nessuna ipotesi ma le piste seguite sembrano essere due. La prima quella di un attentato di matrice islamica mentre non è da eliminare neanche l’ipotesi di un gesto da parte di un estremista francese. Non è ancora giunta nessuna rivendicazione.

Il premier Macron nelle prossime ore potrebbe andare a verificare di persona cosa è successo ma intanto in un’intervista esprime la vicinanza alle famiglie colpite da questa tragedia: “Scusate il ritardo – precisa il presidente – ma c’è stato un attacco a Lione. Non faccio bilancio, al momento ci sono feriti e non vittime. Penso a loro famiglie“.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/PoliceNationale

ultimo aggiornamento: 27-05-2019

X