Alan Kurdi, evacuati cinque migranti. Uno ha tentato il suicidio

Alan Kurdi, evacuati cinque migranti. Uno ha tentato il suicidio

Evacuati cinque migranti a bordo della Alan Kurdi per motivi medici. Uno di loro nei giorni scorsi ha tentato il suicidio.

LA VALLETTA (MALTA) – Evacuati cinque migranti dalla Alan Kurdi. Lo staff della Sea Eye ai microfoni dellANSA ha confermato il via libera allo sbarco di quattro minorenni e di un’altra persona che nei giorni scorsi aveva tentato il suicidio.

Gli altri otto rifugiati restano a bordo della ONG in attesa di un porto dove sbarcare. L’imbarcazione si trova al largo di Malta dopo il divieto di ingresso firmato da Matteo Salvini ma da parte di La Valletta non è ancora arrivata l’autorizzazione. Su Twitter Fratoianni chiede di far attraccare la nave: “E’ il segnale di discontinuità – scrive il deputato di Leu – che serve a questo Paese per recuperare dignità e umanità“.

Alan Kurdi, uno dei migranti ha tentato il suicidio

La situazione è peggiorata improvvisamente. Uno dei naufraghi ha tentato di togliersi la vita come confermato sui social da Cecilia Strada: “Uno dei rifugiati ha cercato di suicidarsi a bordo della Alan Kurdi, ancora bloccata in acque internazionali. Malta dovrebbe indicare un porto sicuro ma non lo fa, l’Italia ha ribadito il divieto di ingresso. La vergogna europea continua“.

Di seguito il tweet di Cecilia Strada

Nessun passo indietro, quindi, fino a questo momento da parte del Viminale. Il ministro Lamorgese per le vicende precedenti ha deciso di mantenere le decisioni prese da Matteo Salvini.

Duello PD-M5s sul decreto sicurezza bis

E l’argomento migranti sembra essere uno dei più delicati all’interno della maggioranza M5s-PD. I democratici continuano a spingere per una abolizione del provvedimento di Salvini ma Di Maio si aspetta un aiuto dall’Europa. Possibile nei prossimi giorni un nuovo faccia a faccia con la ministra Lamorgese per il premier Conte che ha sempre chiesto a tutti di rispettare i propri ambiti di lavoro senza intromissioni.

fonte foto copertina https://twitter.com/seaeyeorg

ultimo aggiornamento: 07-09-2019

X