Milan, Romagnoli verso il rinnovo nonostante il settlement agreement

Il club rossonero ha messo il rinnovo di contratto di Alessio Romagnoli in cima alle mosse dirigenziali. Il Milan subirà le sanzioni Uefa ma il futuro del difensore azzurro non è in discussione.

Ha saltato le ultime partite dopo le lesione muscolare patita nei minuti iniziali di Milan-Sassuolo. Alessio Romagnoli, colonna della difesa rossonera presente e futura, sta provando a recuperare per la finale di Coppa Italia contro la Juventus, fissata per il 9 maggio.

Mercato Juve Alessio Romagnoli Milan

Questione rinnovo

Nel frattempo, come scrive calciomercato.com, continuano i contatti per blindare il classe ’95, il cui contratto scade nel 2020. Il Milan ha intenzione di puntare molto sull’ex Roma: “È un giocatore che vorremmo stesse con noi per tanto tempo, già stiamo parlando con il suo agente e penso non ci sarà alcun problema“, aveva dichiarato il ds Mirabelli circa un mese fa. La base dell’accordo c’è già: Romagnoli, che attualmente percepisce 2 milioni netti a stagione, dovrebbe andare a guadagnare almeno 3-3,5 milioni fino al 2022 o 2023. Aspetto non secondario, il mancato inserimento di una clausola rescissoria.

Fattore Uefa

Il Milan è in attesa di conoscere i provvedimenti del board della Uefa relativi al settlement agreement. Quali che siano (si parla di una multa e di limitazioni alla rosa per le coppe europee, ndr), il futuro di Romagnoli non è in discussione. Del resto, la coppia composta da capitan Bonucci e dal 23enne di Anzio è uno dei punti di forza della formazione di Gattuso.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 23-04-2018

Fabio Acri

X