I carabinieri di Corsico, in provincia di Milano, hanno salvato una ragazza segregata e picchiata dal suo ex fidanzato.

CORSICO (MILANO) – Un escamotage per salvarsi dalle mani del fidanzato. Una ragazza di origine sudamericana è riuscita attraverso la finestra ad inviare dei bigliettini ad una vicina di casa per chiedere aiuto. La donna ha prima avvisato – come da istruzioni – la madre e subito dopo i carabinieri di Corsico, in provincia di Milano.

Gli inquirenti hanno liberato la giovane e subito dopo arrestato il suo ex compagno e padre di sua figlia. L’uomo non era sconosciuto alle Forze dell’Ordine, visto che aveva già dei precedenti per maltrattamenti.

Carabinieri
Carabinieri (fonte foto https://www.facebook.com/carabinieri.it/)

Corsico, giovane sudamericana segregata e picchiata dall’ex compagno

La relazione tra i due è iniziata nel 2015 ma sin da subito la giovane ha subito delle percosse dal marito. Proprio per questo, la donna ha deciso di separarsi dal compagno. Una decisione che l’uomo non ha mai preso molto bene, tanto che la sera del 31 ottobre si è presentato ubriaco a casa della sua ex fidanzata. Lì il fermato ha prima picchiato la donna e successivamente costretta ad uscire con un gruppo di amici per non consentirle di chiamare aiuto.

Al ritorno a casa le botte sono riprese, con l’uomo che tentato di accoltellarla senza successo. Quando il suo ex compagno si è addormentato, la donna ha chiesto aiuto con i bigliettini fatti con una pagina di un diario. Il calvario è terminato nella giornata di venerdì 2 novembre quando i carabinieri sono arrivati per liberare la giovane e arrestare l’uomo che nei prossimi giorni sarà sentito dal magistrato.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/carabinieri.it/


Venezia, cade un piccolo aereo: due morti

Razzismo in Italia, bomba carta contro un centro migranti a Rimini