Serie A 2019-2020, i risultati e i marcatori della quinta giornata

Serie A, l’Inter vince da squadra, il Napoli cade contro il Cagliari

Serie A, i risultati della quinta giornata. La Juventus espugna il campo del Brescia. L’Inter ancora a punteggio pieno. A sorpresa perde il Napoli.

ROMA – Serie A, i risultati della quinta giornata. La Juventus vince a Brescia e l’Inter si conferma a punteggio pieno. Colpo Atalanta a Roma mentre il Napoli cade in casa contro il Cagliari. Primo successo per la Fiorentina di Montella. Di seguito il resoconto completo:

Hellas Verona-Udinese 0-0
Brescia-Juventus 1-2
Roma-Atalanta 0-2
Fiorentina-Sampdoria 2-1
Genoa-Bologna 0-0
Inter-Lazio 1-0
Napoli-Cagliari 0-1
Parma-Sassuolo 1-0
SPAL-Lecce 1-3
Torino-Milan 2-1

Roma-Atalanta
fonte foto https://twitter.com/OfficialASRoma

Il resoconto delle sfide delle 21

Di seguito il racconto delle sfide serali

Fiorentina-Sampdoria 2-1

Marcatori: 31′ Pezzella Ger. (F), 57′ Chiesa (F), 79′ Bonazzoli (S)

Fiorentina (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella Ger., Caceres; Lirola, Pulgar, Badelj, Castrovilli (81′ Benassi), Dalbert; Chiesa (90’+3 Vlahovic), Ribery (73′ Sottil). All. Montella

Sampdoria (3-4-1-2): Audero; Bereszynski, Murillo, Colley; Depaoli, Vieira, Ekdal, Murru; Ramirez (46′ Rigoni E.); Gabbiadini (46′ Bonazzoli F.), Caprari (65′ Chabot). All. Di Francesco

Arbitro: Sig. Daniele Doveri di Roma 1

Ammoniti: Dalbert, Lirola, Sottil, Pulgar (F); Bereszynski, Vieira, Depaoli (S). Espulso: al 54′ Murillo (S) per doppia ammonizione

Poco dopo la mezz’ora si sblocca il risultato al Franchi. Passano in vantaggio meritatamente i padroni di casa con il colpo di testa di Pezzella su assist del solito Ribery.

Inizio di ripresa molto divertente a Firenze. Prima la Samp va vicino al pareggio con Rigoni (palla sulla traversa) e poi la Viola trova il raddoppio sfruttando l’inferiorità numerica dei doriani. Dragowski sul rinvio trova Dalbert, palla filtrante per Chiesa che controlla e supera Audero.

La riapre la Sampdoria nel finale con Bonazzoli che mette in rete la respinta del palo.

Nel finale Doveri assegna un calcio di rigore per un fallo su Sottil ma lo annulla con il VAR. Prima vittoria per la Fiorentina che inizia a guardare con fiducia al futuro. Di Francesco sempre più a rischio.

Genoa-Bologna 0-0

Genoa (3-5-2): Radu; Romero, Zapata C., Criscito; Ghiglione, Schone (82′ Favilli), Radovanovic, Lerager, Barreca (83′ Pajac); Pinamonti (69′ Saponara), Kouamé. All. Andreazzoli

Bologna (4-3-3): Skorupski; Tomiyasu, Bani, Denswil, Krejci; Poli (88′ Skov Olsen), Medel, Soriano (90′ Dzemaili); Orsolini, Palacio (72′ Santander), Sansone N. All. Mihajlovic

Arbitro: Sig. Davide Massa di Imperia

Note: al 77′ Sansone N. (B) calcia sulla traversa un rigore. Ammoniti: Lerager, Zapata C., Ghiglione, Romero Radovanovic (G); Tomiyasu, Denswil, Palacio, Poli (B).

Primo tempo senza particolari emozioni a Marassi. Da segnalare solo una traversa colpita da Schone direttamente su punizione. Nella ripresa grandissima chance per gli ospiti ma dal dischetto Sansone colpisce la traversa.

Inter-Lazio 1-0

Marcatori: 23′ D’Ambrosio

Inter (3-5-2): Handanovic; Godin, de Vrij, Skriniar; D’Ambrosio, Vecino (57′ Sensi), Brozovic, Barella, Biraghi; Politano (77′ Lautaro), Lukaku R. (83′ Sanchez A. All. Conte

Lazio (3-5-2): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Bastos; Lazzari M., Milinkovic-Savic S. (73′ Berisha V.), Parolo, Luis Alberto (66′ Lucas Leiva), Jony; Correa, Caicedo (53′ Immobile). All. Inzaghi S.

Arbitro: Maresca di Napoli

Ammoniti: D’Ambrosio, Lautaro (I); Luis Alberto, Bastos, Parolo (L)

A San Siro il match si sblocca al 23′. Cross sul secondo palo per D’Ambrosio che di testa trafigge Strakosha.

Nella ripresa match divertente ma le due squadre non riescono a trovare la via del gol con i nerazzurri che restano a punteggio pieno.

Napoli-Cagliari 0-1

Marcatori: 87′ Castro L.

Napoli (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Maksimovic (46′ Koulibaly), Mario Rui; Callejon, Allan, Zielinski, Insigne L. (74′ Milik); Mertens, Lozano (66′ Llorente). All. Ancelotti

Cagliari (4-3-1-2): Olsen; Cacciatore, Pisacane, Klavan, Lykogiannis; Nandez, Oliva, Rog (72′ Castro L.); Ionita; Joao Pedro (90′ Ceppitelli), Simeone (74′ Cerri). All. Maran

Arbitro: Sig. Marco Di Bello di Brindisi

Ammoniti: Allan (N); Rog (C). Espulso: all’89’ Koulibaly (N) per proteste

Il Napoli fa la partita ma il match non si sblocca al San Paolo. Da segnalare delle chance per Lozano, Zielinski e Insigne.

Nella ripresa il Napoli continua a spingere sull’acceleratore. Diverse occasioni per i partenopei che colpiscono anche il palo con Mertens ma nel finale vanno sotto. Apertura per Nandez che trova al centro Castro bravo a mettere di testa Meret.

Nel finale cartellino rosso per Koulibaly per proteste. Dopo cinque minuti di recupero i sardi espugnano il San Paolo.

Parma-Sassuolo 1-0

Marcatori: 90’+5 aut. Bourabia

Parma (4-3-3): Sepe; Darmian, Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo; Hernani, Scozzarella (66′ Brugman), Barillà; Kulusevski (88′ Sprocati), Inglese (78′ Cornelius), Gervinho. All. D’Aversa

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Muldur, Chiriches, Ferrari G. M., Toljan; Obiang, Magnanelli (85′ Bourabia), Locatelli M. (46′ Traoré); Berardi D., Caputo, Boga (67′ Defrel). All. De Zerbi

Arbitro: Sig. Livio Marinelli di Tivoli

Ammoniti: Gervinho, Gagliolo, Iacoponi (P); Obiang (S)

Primo tempo dominato dal Parma che impatta su un Consigli in stato di grazia. I padroni di casa trovano il vantaggio al 40′ ma l’arbitro annulla tutto per un fallo su Magnanelli dopo il richiamo del VAR.

Nella ripresa match equilibrato ma è ancora Consigli a superarsi parando un calcio di rigore a Inglese. Ma il portiere dei neroverdi si deve arrende all’ultimo secondo quando una deviazione sfortunata di Bourabia regala la vittoria agli uomini di D’Aversa.

SPAL-Lecce 1-3

Marcatori: 12′ rig., 73′ rig. Mancosu Mar. (L), 17′ Di Francesco (S), 48′ Calderoni (L)

SPAL (3-5-2): Berisha E.; Cionek, Vicari, Felipe (55′ Igor); Reca (77′ Valoti), Murgia, Missiroli, Kurtic, Di Francesco F. (57′ Strefezza); Floccari, Petagna. All. Semplici

Lecce (4-3-1-2): Gabriel; Rispoli, Lucioni, Rossettini, Calderoni; Majer (74′ Imbula), Petriccione, Tabanelli; Mancosu Mar.; Falco (84′ La Mantia), Babacar (68′ Shakhov). All. Liverani

Arbitro: Sig. Gianluca Rocchi di Firenze

Ammoniti: Igor (S); Babacar, Calderoni (L)

Si sblocca subito il match al Mazza. Azione personale di Babacar che viene steso da Felipe. Dal dischetto si presenta Mancosu: Berisha intuisce ma la palla termina in rete.

Immediata la replica della SPAL che trova il pareggio con Di Francesco. Mancino preciso per il figlio d’arte che trafigge Gabriel.

Il Lecce trova il vantaggio ad inizio ripresa. Falco trova Calderoni, conclusione dalla distanza resa imparabile dalla deviazione di Calderoni. Sul finale di partite i pugliesi trovano il tris con Mancosu sempre dal dischetto. Berisha intuisce ma non può fare nulla. Vittoria fondamentale in chiave salvezza per i pugliesi. Estensi k.o. tra le mura amiche.

fonte foto copertina https://twitter.com/Inter

ultimo aggiornamento: 26-09-2019

X