Serie A, i risultati di domenica 22 novembre. Vincono Inter, Roma e Sassuolo. Il Milan espugna Napoli.

ROMA – Serie A, i risultati di domenica 22 novembre 2020. La giornata è aperta dal colpo esterno del Benevento in casa della Fiorentina. Nelle sfide delle 15 vittorie casalinghe per Inter e Roma. Successi esterni, invece, per Bologna e Sassuolo. Nella partita delle 18 una rete di de Paul regala il successo all’Udinese contro il Genoa.

Nel big match di giornata il Milan vince in casa del Napoli e si conferma in vetta alla classifica.

Serie A, i risultati di domenica 22 novembre

Di seguito i risultati delle sfide di Serie A di domenica 22 novembre, valide per l’ottava giornata di campionato. (CLASSIFICA, PROBABILI FORMAZIONI e HIGHLIGHTS)

Fiorentina-Benevento 0-1
Hellas Verona-Sassuolo 0-2
Inter-Torino 4-2
Roma-Parma 3-0
Sampdoria-Bologna 1-2
Udinese-Genoa 0-0
Napoli-Milan 1-3

Serie A
Serie A

Serie A, Napoli-Milan 1-3: i rossoneri espugnano il ‘San Paolo’

Napoli-Milan 1-3

Marcatori: 20′ Ibrahimovic (M), 54′ Ibrahimovic (M), 62′ Mertens (N), 90’+5 Hauge (M)

Napoli (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Fabian Ruiz (90′ Elmas), Bakayoko; Politano (68′ Petagna), Lozano (56′ Zielinski), Insigne L.; Mertens. All. Gattuso

Milan (4-2-3-1): Donnarumma G.; Calabria, Kjaer, Romagnoli A., Hernandez T.; Kessié, Bennacer; Saelemaekers (73′ Castillejo), Calhanoglu (87′ Krunic), Rebic (73′ Hauge); Ibrahimovic (78′ Colombo). All. Pioli

Arbitro: Sig. Paolo Valeri di Roma 1

Note: Ammoniti: Mario Rui (N); Calabria, Rebic, Kessie, Castillejo (M). Espulso: al 65′ Bakayoko (N) per doppia ammonizione. Angoli: 8-5 per il Napoli. Recupero: 3′ p.t.; 5′ s.t.

Parte bene il Milan. Calhanoglu ci prova, Meret respinge in qualche modo. Sugli sviluppi del corner Kjaer da due passi non inquadra la porta. Il match si sblocca al 20′. Cross di Hernandez e colpo di testa di Ibrahimovic. Reagisce subito il Napoli. Donnarumma risponde presente sulla conclusione di Mertens. Sugli sviluppi del corner, Donnarumma dice di no a Di Lorenzo con l’aiuto della traversa. Poi la difesa si salva in qualche modo su Lozano.

Nella ripresa il Milan trova il raddoppio. Rebic inventa e Ibrahimovic con il ginocchio realizza il 2-0. La riapre subito il Napoli. Mertens vince il duello con Romagnoli e batte Donnarumma in uscita. Nonostante l’uomo in meno, il Napoli spinge e rischia di subire il terzo gol con Colombo, attento Meret. Dall’altra parte è Petagna a chiamare in causa Donnarumma. Il tris rossonero arriva in pieno recupero con Hauge. L’ultima occasione del match è di Mertens, Donnarumma risponde presente. Una vittoria che consente ai rossoneri di confermarsi in testa.

Serie A, Udinese-Genoa 1-0: decide de Paul

Udinese-Genoa 1-0

Marcatori: 34′ de Paul

Udinese (3-5-2): Musso; Rodrigo Becao, Nuytinck, Samir; Stryger Larsen, de Paul, Arslan (67′ Mandragora), Pereyra R. (90’+1 Makengo), Zeegelaar; Pussetto (67′ Lasagna), Okaka. All. Gotti

Genoa (3-5-2): Perin; Biraschi (46′ Goldaniga), Bani, Masiello A. (89′ Destro); Ghiglione, Sturaro (68′ Zajc), Badelj, Lerager, Pellegrini Lu. (81′ Parigini); Pandev (68′ Shomurodov), Scamacca. All. Maran

Arbitro: Sig. Gianpaolo Calvarese di Teramo

Note: Ammonito: Arslan, Musso, Scamacca (U); Masiello A., Badelj (G). Espulso: al 90’+6 Perin (G) per gioco scorretto. Angoli: 4-8 per l’Udinese. Recupero: 1′ p.t.; 5′ s.t.

Una prima parte di gara senza particolari emozioni. Solo un angolo insidioso di Sturaro, parato da Musso. Al primo vero tiro in porta l’Udinese trova il vantaggio. Pereyra trova de Paul e l’argentino con il destro batte Perin.

Nella ripresa il Genoa prova ad alzare il pressing, ma Musso non corre particolari rischi. L’unico tiro in porta prima del 90′ è dell’Udinese: punizione di de Paul che si stampa sulla traversa. In pieno recupero gli ospiti si gettano in avanti per trovare il pareggio. Musso risponde presente alla conclusione di Destro. Sugli sviluppi del corner Scamacca trova il pareggio, ma il Var annulla tutto per fuorigioco. Al 96′ espulso Perin per un brutto intervento su Stryger Larsen. Non c’è più tempo. L’Udinese vince una partita fondamentale in chiave salvezza contro il Genoa.

Serie A, Hellas Verona-Sassuolo 0-2: neroverdi corsari al ‘Bentegodi’

Hellas Verona-Sassuolo 0-2

Marcatori: 42′ Boga, 76′ Berardi D.

Hellas Verona (4-3-1-2): Silvestri; Dawidowicz, Magnani, Ceccherini (67′ Udogie), Dimarco; Barak, Ilic (67′ Miguel Veloso), Tameze; Zaccagni; Di Carmine (78′ Salcedo E.), Kalinic (38′ Colley E.). All. Juric

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Toljan (64′ Ayhan), Chiriches, Ferrari G. M., Rogério; Lopez M. (80′ Obiang), Locatelli M.; Berardi D., Djuricic (74′ Traoré H.), Boga (80′ Marlon); Raspadori (74′ Muldur). All. De Zerbi

Arbitro: Sig. Michael Fabbri di Ravenna

Note: Ammoniti: Dimarco (V); Lopez M., Locatelli M., Marlon (S). 6-1 per il Verona. Recupero: 1′ p.t.; 3′ s.t.

Parte bene il Verona. Mancino dalla distanza di Ilic e palla sul palo. Il match si sblocca al 42′. Boga con il destro batte Silvestri.

Nella ripresa il Sassuolo continua ad essere padrone del campo anche se le conclusioni pericolose latitano. Il raddoppio i neroverdi lo trovano al 76′. Azione personale di Berardi e palla in rete. Dopo il gol il Verona prova a reagire, ma un palo e una traversa negano la gioia del gol a Miguel Veloso e Udogie. Il Sassuolo con questa vittoria sale a quota 18 in classifica. Si ferma, invece, la rincorsa degli scaligeri.

Serie A, Inter-Torino 4-2: nerazzurri vincono in rimonta

Inter-Torino 4-2

Marcatori: 45’+2 Zaza (T), 62′ rig. Ansaldi (T), 64′ Sanchez A. (I), 67′ Lukaku R. (I), 84′ Lukaku R. (I), 90′ Lautaro Martinez (I)

Inter (3-4-1-2): Handanovic; D’Ambrosio (66′ Skriniar), Ranocchia (74′ de Vrij), Bastoni; Hakimi, Gagliardini (66′ Lautaro Martinez), Vidal, Young (74′ Perisic); Barella; Lukaku R., Sanchez A. (86′ Nainggolan) All. Conte

Torino (3-5-2): Sirigu; Bremer, Lyanco, Nkoulou; Singo, Meité, Rincon (85′ Edera), Linetty; Ansaldi; Verdi (41′ Bonazzoli F.), Zaza (90’+3 Zaza). All. Giampaolo (in panchina Conti per la positività del tecnico)

Arbitro: Sig. Federico La Penna di Roma 1

Note: Ammoniti: D’Ambrosio, Bastoni, Young (I); Verdi, Singo (T). Angoli: 1-1. Recupero: 2′ p.t.; 5′ s.t.

Parte bene il Torino con due occasioni per Zaza. Prima è impreciso e poi Handanovic si salva in qualche modo. I granata il vantaggio lo trovano in pieno recupero. Errore in uscita di Sanchez. Meité con il tacco serve Zaza: controllo e palla sul palo lontano per battere Handanovic.

Nella ripresa l’Inter prova a reagire, ma è il Torino a realizzare il raddoppio. Young ferma fallosamente Singo. L’ex Ansaldi dal dischetto batte Handanovic. Immediata la replica dell’Inter. Zampata vincente di Sanchez e partita riaperta. Passano pochi minuti e arriva il pareggio con il solito Lukaku. Il cileno si trasforma in uomo assist per il belga che da due passi non sbaglia. La ribalta sempre Romelu dal dischetto. Nel finale c’è gioia anche per Lautaro. L’Inter ritrova il successo in rimonta. Granata ancora sconfitti.

Serie A, Roma-Parma 3-0: giallorossi inarrestabili

Roma-Parma 3-0

Marcatori: 28′ Mayoral, 32′ Mkhitaryan, 40′ Mkhitaryan

Roma (3-4-2-1): Mirante; Mancini, Cristante, Ibanez (53′ Juan Jesus); Karsdorp, Villar (80′ Diawara), Veretout, Spinazzola (79′ Bruno Peres); Pedro (80′ Pellegrini Lu.), Mkhitaryan; Mayoral (65′ Carles Perez). All. Fonseca

Parma (5-3-2): Sepe; Grassi (82′ Busi), Osorio (62′ Brunetta), Bruno Alves, Gagliolo, Pezzella Giu. (82′ Iacoponi); Kucka (62′ Kurtic), Sohm, Cyprien; Gervinho (63′ Karamoh), Inglese. All. Liverani

Arbitro: Sig. Gianluca Manganiello di Pinerolo

Note: Angoli: 4-1 per la Roma. Recupero: 0′ p.t.; 3′ s.t.

La prima occasione è di Veretout, Sepe blocca in qualche modo. Al 15′ ci prova Mkhitaryan, palla fuori. Il match si sblocca al 28′. Spinazzola serve Mayoral. L’ex Real non sbaglia davanti al portiere avversario. Dilaga la squadra giallorossa. Mkhitaryan calcia sul rimbalzo del pallone e sfera all’incrocio. Non reagisce il Parma e in contropiede Mkhitaryan realizza il 3-0. L’armeno ha anche la palla del poker, ma la mira questa volta è imprecisa.

Nella ripresa la Roma continua ad essere padrona del campo, ma la mira è imprecisa. Il primo tiro del Parma arriva a metà secondo tempo, Mirante risponde presente sulla conclusione di Karamoh. Nel finale una chance anche per Spinazzola, palla sulla traversa. Una vittoria che consente ai giallorossi di rimanere nelle parti alte della classifica.

Serie A, Sampdoria-Bologna 1-2: vittoria in rimonta dei felsinei

Sampdoria-Bologna 1-2

Marcatori: 7′ Thorsby (S), 44′ aut. Regini (B), 52′ Orsolini (B)

Sampdoria (4-2-3-1): Audero; Bereszynski, Yoshida, Colley O., Regini; Ekdal, Thorsby; Candreva, Adrien Silva, Damsgaard; Quagliarella. All. Ranieri

Bologna (4-2-3-1): Skorupski; De Silvestri, Danilo, Tomiyasu, Hickey; Schouten, Svanberg; Orsolini, Soriano, Barrow; Palacio. All. Mihajlovic

Arbitro: Sig. Livio Marinelli di Tivoli

Note: Ammoniti: Ramirez G. (S); Hickey, Palacio (B). Angoli: 9-10 per il Bologna. Recupero: 0′ p.t.; 6′ s.t.

Al primo tiro in porta la Sampdoria trova il vantaggio. Al 7′ Candreva crossa e Thorsby di testa realizza l’1-0. Reagisce il Bologna, ma la conclusione al volo di Orsolini si stampa sulla traversa. Il pareggio arriva sul finire della frazione. Regini colpisce male la sfera che si insacca nella propria porta.

Ad inizio ripresa il Bologna la ribalta. Cross di Barrow e colpo di testa preciso di Orsolini. Non c’è la reazione della Sampdoria. Audero salva prima su Palacio e poi è il palo a negare la gioia del gol all’argentino. Colpo esterno della squadra felsinea.

Serie A, Fiorentina-Benevento 0-1: decide Improta

Fiorentina-Benevento 0-1

Marcatori: 52′ Improta

Fiorentina (4-2-3-1): Dragowski; Igor (56′ Pulgar), Milenkovic, Pezzella Ger., Biraghi; Amrabat (72′ Borja Valero), Duncan (56′ Lirola); Kouamé, Castrovilli, Ribery (43′ Saponara); Vlahovic. All. Prandelli

Benevento (4-3-2-1): Montipò; Letizia (66′ Maggio), Glik, Caldirola, Barba; Hetemaj, Schiattarella, Ionita; Improta (83′ Tello), Sau (46′ Insigne R.); Moncini (78′ Lapadula). All. Inzaghi F.

Arbitro: Sig. Davide Ghersini di Genova

Note: Ammoniti: Biraghi, Lirola (F); Glik, Letizia, Hetemaj (B). Angoli: 4-4. Recupero: 2′ p.t.; 6′ s.t.

Un primo tempo senza tiri in porta al ‘Franchi’. Alla prima vera conclusione il Benevento trova il vantaggio. Azione sull’asse Insigne-Improta, il secondo non lascia possibilità a Dragowski di intervenire. Non succede più nulla fino al minuto 82. Dragowski risponde presente su una punizione di Lapadula. Prova a reagire la Fiorentina, Montipò nega la gioia del gol a Vlahovic. Non succede più nulla fino al 90′. Vittoria importante per il Benevento che sale a 9 punti in classifica. Esordio con sconfitta per Prandelli.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
calcio calcio news Inter milan News Serie A sport

ultimo aggiornamento: 23-11-2020


Serie A, le partite del prossimo turno

Serie A, dove vedere le partite della 9^ giornata in tv