Serie A, i risultati di domenica 17 gennaio. L’Inter si aggiudica il Derby d’Italia. Bene Napoli e Crotone, frena l’Atalanta.

ROMA – Serie A, programma e risultati di domenica 17 gennaio. Dopo i successi di Lazio, Bologna e Sampdoria e il pareggio tra Torino e Spezia, il campionato continua con le vittorie di Napoli e Crotone e le frenate di Sassuolo e Atalanta. L’Inter si aggiudica il derby d’Italia battendo 2-0 la Juventus.

Serie A, i risultati di domenica 17 gennaio

Di seguito i risultati di Serie A di domenica 17 gennaio, sfide valide per la diciottesima giornata di campionato. (CLASSIFICA, PROBABILI FORMAZIONI e HIGHLIGHTS)

Napoli-Fiorentina 6-0
Crotone-Benevento 4-1
Sassuolo-Parma 1-1
Atalanta-Genoa 0-0
Inter-Juventus 2-0

Serie A
Serie A

Serie A, Inter-Juventus 2-0: Vidal e Barella decidono il Derby d’Italia

Inter-Juventus 2-0

Marcatori: 12′ Vidal, 52′ Barella

Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni A.; Hakimi, Barella, Brozovic, Vidal (76′ Gagliardini), Young (72′ Darmian); Lautaro Martinez (86′ Sanchez A.), Lukaku R. All. Conte

Juventus (4-4-2): Szczesny; Danilo, Bonucci, Chiellini, Frabotta (58′ Bernardeschi); Chiesa, Bentancur, Rabiot (58′ McKennie), Ramsey (58′ Kulusevski); Morata, Ronaldo C. All. Pirlo

Arbitro: Sig. Daniele Doveri di Roma 1

Note: Ammoniti: Young, Barella (I); Bonucci, Morata (J). Angoli: 3-4 per la Juventus. Recupero: 2′ p.t.; 5′ s.t.

Partita subito divertente a San Siro. Ci prova prima Brozovic su punizione (palla fuori) e poi Rabiot (parata di Handanovic). I nerazzurri trovano il vantaggio al 12′. Sul cross di Barella Vidal di testa realizza il classico gol dell’ex. Ancora Inter pericolosa poco dopo. Vidal da buona posizione è impreciso. Ci prova anche Lukaku, attento Szczesny. Sulla respinta, però, Lautaro non inquadra la porta. L’ultima occasione prima del duplice fischio è per Lukaku, para il portiere bianconero.

Il raddoppio dell’Inter arriva ad inizio ripresa. Lancio in profondità di Bastoni per Barella. L’ex Cagliari prende in mezzo Frabotta e Chiellini e fredda Szczesny. Prova a reagire la Juventus con un colpo di testa di McKennie. Dall’altra parte è Lautaro a provarci, palla fuori. Nella seconda parte della ripresa l’Inter controlla con facilità il match. La Juventus si è resa pericolosa dalle parti di Handanovic con Chiesa, il portiere sloveno si salva in qualche modo. L’ultima chance è per Hakimi, palla fuori. Al triplice fischio esulta l’Inter che aggancia il Milan in attesa del Monday Night.

Serie A, Atalanta-Genoa 0-0: reti bianche al ‘Gewiss Stadium’

Atalanta-Genoa 0-0

Marcatori:

Atalanta (3-4-2-1): Gollini; Toloi, Palomino, Djimsiti; Hateboer (88′ Maehle), de Roon, Freuler, Gosens; Malinovskyi (65′ Miranchuk), Ilicic (88′ Lammers), Zapata D. (56′ Muriel) All. Gasperini

Genoa (3-5-2): Perin; Masiello A. (56′ Goldaniga), Radovanovic, Criscito; Zappacosta (80′ Oguené), Strootman (56′ Behrami), Badelj, Zajc (46′ Lerager), Czyborra; Pjaca (68′ Pandev), Shomurodov. All. Ballardini

Arbitro: Sig. Livio Marinelli di Tivoli

Note: Ammoniti: Gosens (A); Zappacosta, Goldaniga, Perin (G). Angoli: 9-1 per l’Atalanta. Recupero: 0′ p.t.; 5′ s.t.

Prima parte di gara molto divertente. Pjaca e Shomurodov hanno messo i brividi a Gollini, dall’altra parte ci prova Zapata. L’ultima chance del primo tempo è ancora per gli ospiti, il piede di Gollini nega la gioia del gol a Shomurodov.

Nella ripresa la prima occasione è per l’Atalanta. Il destro di Miranchuk si è spento sul fondo dopo aver toccato il palo. Ancora la Dea pericolosa con Gosens e de Roon.

Serie A, Sassuolo-Parma 1-1: Djuricic risponde a Kucka

Sassuolo-Parma 1-1

Marcatori: 37′ Kucka (P), rig. Djuricic (S)

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Toljan (46′ Muldur), Chiriches, Ferrari G. M., Kyriakopoulos (71′ Rogério); Magnanelli (59′ Djuricic), Ayhan; Defrel, Lopez M., Traoré H. (86′ Raspadori); Caputo (71′ Haraslin). All. De Zerbi

Parma (4-3-3): Sepe; Iacoponi (86′ Cyprien), Dierckx, Pezzella Giu. (74′ Ricci G.); Kucka, Brugman, Grassi (86′ Sohm=; Gervinho, Cornelius, Kurtic. All. D’Aversa

Arbitro: Sig. Ivano Pezzuto di Lecce

Note: Ammoniti: Chiriches, Lopez M., Rogério (S); Busi, Brugman (P). Angoli: 5-2 per il Parma. Recupero: 3′ p.t.; 4′ s.t.

Parte bene il Sassuolo che ha subito una chance con Kyriakopoulos. La conclusione del terzino si è infranta sulla traversa. Ancora neroverdi pericoloso, Sepe si oppone al Caputo. Reagisce il Parma. Pezzella da buona posizione non inquadra la porta. Il match si sblocca al 37′. Pezzella trova in area Kucka. Colpo di testa vincente dell’ex Genoa.

Nella ripresa subito una chance per Defrel, Sepe attento. Ci prova Ayhan, palla fuori. Dall’altra parte è Kucka che da buona posizione è impreciso. Nel finale diverse le chance degli ospiti, ma il punteggio non cambia. All’ultimo istante il Parma trova il pareggio. Ingenuità di Busi che commette fallo in area di rigore su Ferrari. Dal dischetto si presenta Djuricic: palla da una parte e portiere dall’altra. Un pareggio che per come si era messa la partita è ottimo per i padroni di casa.

Serie A, Crotone-Benevento 4-1: poker calabrese

Crotone-Benevento 4-1

Marcatori: 4′ aut. Glik (C), 29′ Simy (C), 54′ Simy (C), 64′ Vulic (C), 83′ Iago Falqué (B)

Crotone (3-4-1-2): Cordaz; Djidji, Golemic, Magallan; Rispoli (81′ Luperto), Zanellato (85′ Rojas), Vulic (80′ Petriccione), Pedro Pereira (81′ Mazzotta); Messias; Riviere (70′ Eduardo), Simy. All. Stroppa

Benevento (4-3-2-1): Montipò; Improta (75′ Iago Falqué), Tuia (57′ Caldirola), Glik, Barba; Hetemaj, Ionita (65′ Tello), Dabo; Insigne R. (40′ Caprari), Sau (65′ Di Serio); Lapadula. All. Inzaghi F.

Arbitro: Sig. Simone Sozza di Seregno

Note: Ammoniti: Messias (C); Insigne R., Ionita, Dabo, Inzaghi F. (B). Espulso: al 73′ Sau (B) per proteste. Angoli: 4-13 per il Benevento. Recupero: 3′ p.t.; 3′ s.t.

Il match si sblocca subito. Cross di Pereira e Glik nel tentativo di anticipare Simy la mette nella propria porta. Il Benevento reagisce e ha diverse occasioni dalle parti di Cordaz. La più clamorosa sui piedi di Sau, Djidji decisivo. Al 29′, però, il Crotone raddoppia. Questa volta Glik anticipa Vulic, la palla arriva sui piedi di Simy che non sbaglia. Reagisce il Benevento che ha una doppia chance in pochi secondi. Prima Cordaz si oppone a Insigne, poi Lapadula è impreciso. L’ultima chance è per gli ospiti, Cordaz si supera su Hetemaj.

Nella ripresa il Crotone trova subito il 3-0. Cross di Riviere per Simy e palla in rete. Il poker dei padroni di casa arriva al 64′. Destro a giro di Vulic e Montipò battuto. Non succede più nulla fino all’81’ quando Iago Falqué sugli sviluppi di un corner. Immediata la replica dei calabresi, Eduardo da due passi non inquadra la porta. Non succede più nulla fino al triplice fischio. Il Crotone vince e ritorna in lotta per la salvezza.

Serie A, Napoli-Fiorentina 6-0: goleada azzurra

Napoli-Fiorentina 6-0

Marcatori: 5′ Insigne L., 36′ Demme, 38′ Lozano, 45′ Zielinki, 72′ rig. Insigne L., 89′ Politano

Napoli (4-2-3-1): Ospina; Hysaj, Manolas (79′ Rrahmani), Koulibaly, Mario Rui; Demme, Bakayoko; Lozano (62′ Politano), Zielinski (73′ Elmas), Insigne L. (79′ Cioffi); Petagna (73′ Petagna). All. Gattuso

Fiorentina (3-4-2-1): Dragowski; Milenkovic, Pezzella Ger., Igor; Venuti, Amrabat, Castrovilli (74′ Pulgar), Biraghi; Callejon (74′ Bonaventura), Ribery (46′ Kouamé); Vlahovic. All. Prandelli

Arbitro: Sig. Daniele Chiffi di Padova

Note: Ammoniti: Insigne L. Angoli: 1-4 per la Fiorentina. Recupero: 2′ p.t.; 0′ s.t.

Al primo tiro in porta la partita si sblocca. Azione sull’asse Lozano-Petagna. L’ex Spal scarica su Insigne che fredda Dragowski. Immediata la replica della Fiorentina. La traversa e Ospina negano il pareggio a Biraghi e Ribery. L’ex Inter poco dopo è impreciso. Nel miglior momento della Fiorentina arriva il raddoppio del Napoli. Errore in uscita di Milenkovic, Zielinski per Petagna. L’attaccante serve Demme che in spaccata realizza il 2-0. Passano due minuti e c’è il tris azzurro. Questa volta è Insigne a servire Lozano per il 3-0 in scivolata. C’è gioia anche per Zielinski prima dell’intervallo. Il polacco, servito da Mario Rui, supera Castrovilli e batte Dragowski anche con l’aiuto del palo.

Nella ripresa la Fiorentina prova a riaccendere le speranze con Vlahovic, Koulibaly salva sulla linea. Al 72′ il pokerissimo azzurro con Insigne dal dischetto. Rigore assegnato per un fallo di Castrovilli su Bakayoko. Nel finale c’è gioia anche di Politano che si mette in proprio e realizza il 6-0. Un netto successo per il Napoli che aggancia la Roma in classifica.

TAG:
calcio news Inter Juventus

ultimo aggiornamento: 18-01-2021


Pep Guardiola, i 50 anni dell’inventore del tiki taka

Cagliari-Milan, Pioli: “Hernandez e Calhanoglu assenze importanti”