Val di Susa, chiodi davanti all’abitazione di un sindaco sì TAV

Sindaco sì TAV minacciato in Val di Susa. Il primo cittadino di Chiomonte davanti al proprio appartamento ha trovato ventisei chiodi.

CHIOMONTE (TORINO) – La notte prima della manifestazione sì TAV il sindaco di Chiomonte, paesino in provincia di Torino, ha trovato una brutta sorpresa davanti alla propria abitazione. Il primo cittadino ha rinvenuto ventisei chiodi a quattro punte. Sulla vicenda indagano gli inquirenti che stanno analizzando i filmati delle telecamere per risalire ai responsabili di questa azione. I militari sospettano che sia stato un atto intimidatorio per la posizione tenuta da Silvano Olliver sulla questione Torino-Lione.

TAV
fonte foto https://twitter.com/JGianferrini

Minacciato un sindaco sì TAV, il racconto del primo cittadino

La vicenda è stata denunciata dallo stesso primo cittadino, citato da Sky TG24: “Mi ha avvisato – dichiara – il sindaco di Gravere che era passato a prendermi con l’auto per andare a Torino. Erano ventisei: tredici a destra e tredici a sinistra, proprio sul vialetto fuori dal garage. Se passavo con l’auto, avrei bucato le quattro gomme. Non posso fermare io la TAV perché non è in mio potere ma non cambio la mia idea“.

Solidarietà al primo cittadino di Chiomonte da parte del commissario per la Torino-Lione, Paolo Foietta: “In questi anni – precisa – abbiamo assistito a numeri gesti intimidatori contro le istituzioni o chi esprime una propria idea. Esprimo la mia vicinanza e la solidarietà all’amico Silvano Olliver. Ritengo che la risposta più efficace a questo episodio sia il rilancio del confronto. La democrazia, le istituzioni sono lo strumento più efficace per combattere i nuovi fascisti che propongono solo odio, intolleranza e violenza“.

Nuove minacce quindi ad un sostenitori dell’alta velocità Torino-Lione. Il sindaco di Chiomonte ha trovato ventisei chiodi davanti alla propria abitazione. Un chiaro gesto di intimidazione per un primo cittadino che in passato ha espresso la sua approvazione alla Grande Opera tra Italia e Francia.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/carabinieri.it/

ultimo aggiornamento: 13-01-2019

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X