Spadafora (M5s): il ddl Pillon non arriverà in Parlamento. È scontro con la Lega

Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Spadafora (M5s) chiude al ddl Pillon: “Il testo non arriverà in Aula. Va riscritto”.

ROMA – La tregua al Governo sembra essere durata qualche ora. A riaprire le tensioni è il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Vincenzo Spadafora (M5s), che chiude al decreto legge Pillon: “Il provvedimento – dichiara ai microfoni di Omnibus e citato da La Repubblicaè chiuso. Quel testo non arriverà mai in Parlamento perché archiviato. Bisogna scrivere un nuovo testo per prendere qualcosa di buono e andare incontro ai temi del diritto di famiglia ma non come aveva pensato Pillon. Sono state fatte audizioni in Commissione e adesso c’è un nuovo tavolo M5s-Lega dove sono invitate anche le opposizioni“.

Vincenzo Spadafora
fonte foto https://www.facebook.com/vincenzospadaforaufficiale/

Ddl Pillon, M5s-Lega pronti a ridiscutere il decreto. Forza Italia e Lega contrari

La questione del decreto legge Pillon sta facendo discutere in Parlamento. Nei giorni scorsi il vicepremier Salvini lo aveva definito come “un punto di partenza perché occorre modificare il diritto di famiglia“. Parole che però non escludono una modifica al provvedimento. Da parte del MoVimento c’è l’intenzione di ridiscutere completamente il decreto, archiviando questo precedente.

Le opposizioni in più di un’occasione hanno ribadito il no alla propria riforma. Il Partito Democratico è sceso in piazza sostenendo di ritirare definitivamente la legge e non di modificarla. Sulla stessa anche Forza Italia che ha ribadito: “Non è stato bocciato dal sottosegretario Spadafoda ma dalle famiglie, dalle mamme, dai papà e dai loro figli che vivono questa realtà che è completamente diversa da quella immaginata dal collega Pillon“.

Da parte del M5s c’è l’intenzione di aprire la discussione anche alle opposizioni. Ma la sinistra e Forza Italia chiedono un cambio di rotta completamente diverso da quello intrapreso dalla maggioranza sul decreto legge a firma del leghista Pillon.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/vincenzospadaforaufficiale/

ultimo aggiornamento: 02-04-2019

X