Gravissimo incidente a pochi chilometri da Bologna. Un’auto con a bordo tre tunisini ha invaso la corsia opposta: morti i giovani stranieri e una bambina.

BOLOGNA – Drammatico incidente stradale nella serata di sabato. Erano le 22 circa quando a Amola, frazione di San Giovanni in Persiceto, è avvenuto un violento scontro frontale sulla strada che si collega a Crevalcore.

Incidente stradale, 4 morti

Per cause ancora da accertare, una Peugeot 106 avrebbe invaso la corsia opposta, scontrandosi violentemente con una BMW320. A bordo della utilitaria vie erano tre giovani stranieri: il conducente, un tunisino di 21 anni, il fratello e un amico di 20 anni. Sul veicolo di fabbricazione tedesca si trovavo un 51enne di Crevalcore e una bambina di 9 anni, figlia della compagna dell’uomo. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e i soccorritori del 118.
Per la piccola e i tre giovani non c’è stato nulla da fare. L’uomo è stato trasportato in gravi condizioni (codice rosso) al pronto soccorso. Coinvolta una terza vettura con a bordo un 69enne avventore di un bar delle vicinanze. Anch’egli è stato trasportato al nosocomio.

Bologna, la ricostruzione dell’incidente

Agli occhi dei soccorritori e degli investigatori una scena apocalittica: un ammasso di lamiere accartocciate su se stesse, vetri in frantumi e detriti ovunque. Sul posto è giunto anche il sindaco di San Giovanni in Persiceto Lorenzo Pellegatti.

Vigili del Fuoco
Fonte foto: https://www.facebook.com/vigilidelfuocolafanpage

Gli inquirenti hanno potuto constatare come la Peugeot abbia invaso la corsia opposta schiantandosi frontalmente con la BMW. Dalle prime informazioni, i tre giovani tunisini, residenti a Nonantola (Modena), si erano rimessi in auto dopo essere stati nel bar della zona. Poi, per cause ancora ignote, l’invasione dell’altro senso di marcia e il drammatico epilogo. L’altra persona ferita è un 69enne avventore di un bar, che si trova sulla strada, colpito da detriti.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro


Mattarella, ‘Autonomia delle Regioni è alle fondamenta della costruzione democratica’

Furto in casa di Diletta Leotta. Rubata cassaforte con gioielli e Rolex, colpo da 150.000 euro