Cos’è e a cosa serve il cambio Powershift, informazioni utili

Il cambio Powershift nasce nel 2013 è utilizzato per la prima volta sulle macchine Ford, commercializzate negli Stati Uniti. Oggi  diverse  automobili, anche in Italia,  propongono questo tipo di cambio. Vediamo nel dettaglio che cos’è e come funziona.

chiudi

Caricamento Player...

Il cambio Powershift è stato progettato dalla Getrag, azienda tedesca specializzata nella produzione di componentistica per il settore dell’automotive, inizialmente solo per i modelli Ford, venduti negli Stati Uniti. Solo nel 2016 sono arrivate in Italia le prime vetture dotate di questo cambio a doppia frizione. Oltre alle automobili Ford, questo cambio è montato anche su alcuni modelli Volvo. 

Cos’è il cambio Powershift?

Il Powershift è un cambio a doppia frizione, a sei marce. Le due frizioni hanno compiti separati: la prima serve per i rapporti dispari, mentre la seconda per quelli pari. Entrambe, sono poi collegate a una centralina robotizzata che permette al guidatore di trovare la marcia già pronta, riducendo il tempo di variazione durante la guida.

cambio powershift
Fonte immagine: https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Volvo_C30_2008_rear.jpg

Come funziona il cambio Powershift

Il cambio Powershift funziona grazie alla sua centralina che alterna le marce automaticamente, in base alla modalità con cui viene utilizzato l’acceleratore. Nel momento in cui aumenta la velocità, le marce salgono; quando invece essa diminuisce, scalano in automatico. 

La centralina dunque, anticipa il guidatore, permettendo di accorciare i tempi di cambiata. Il Powershift entra in azione nel momento in cui il guidatore abbassa la leva del cambio.

Effettuata la manovra, il Powershift in automatico trasmette la potenza dal motore alle ruote motrici e ciò avviene grazie all’azione dei dischi della frizione meccanica. 

Le differenze tra cambio automatico Powershift e Geartronic

Volvo è una delle poche aziende automobilistiche che dispone per i suoi modelli di due tipi di cambio a doppia frizione: il Powershift e il Geartronic. I due modelli hanno delle somiglianze, però il loro funzionamento differisce su alcuni punti.

Come abbiamo già accennato, il cambio automatico Powershift, funziona attraverso la frizione meccanica; il Geartronic permette il cambio automatico, grazie a un convertitore di coppia idraulico. 

Il sistema Powershift permette la partenza secca sui fondi scivolosi, solo se viene inserita la “seconda” con il cambio manuale. Nella stessa situazione, con Geartronic è possibile, invece, partire in automatico, inserendo la “terza” marcia.

Il cambio automatico Powershift, non ha la posizione Inverno, invece integrata nei modelli che montano il sistema Geartronic.

A parte queste differenze, per il resto i due cambi automatici sono molto simili anche dal punto di vista dei comandi. 

Quali vetture montano il cambio Powershift

Tra le automobili che montano il cambio Powershift, troviamo le versioni turbodiesel da due litri di alcuni modelli prodotti da Volvo: C30, C70, S40 e V50.

Oltre alle automobili Volvo, anche alcune Ford possono essere richieste con cambio Powershift. I modelli principali sono: Ford Kuga, Focus e Fiesta. 

Fonte immagine: https://en.wikipedia.org/wiki/File:Volvo_V50_T5.jpg