Yasuo Otsuka morto. Il disegnatore e regista giapponese si è spento all’età di 89 anni.

TOKYO (GIAPPONE) – Yasuo Otsuka è morto all’età di 89 anni nella giornata di lunedì 15 marzo. L’annuncio della scomparsa del disegnatore e regista giapponese è stato dato da Toshio Suzuki, produttore dello Studio Ghibli, durante il Tokyo Anime Awards e riportato da La Repubblica.

Massimo riserbo sulle cause del decesso. Una lunga carriera nel mondo dei cartoni animati per il regista. Tra i suoi lavori anche Lupin III e Conan.

Chi era Yasuo Otsuka

Una carriera nel mondo dell’animazione per Yasuo Otsuka. Il regista e l’animatore ha iniziato la sua professione con la collaborazione con Isao Takahata e Hayao Myazaki.

Il grande successo è arrivato con i cartoni del calibro di Lupin III e Conan il ragazzo del futuro. Due lavori che hanno portato Otsuka ad essere conosciuto in tutto il mondo. Una professione ricoperta fino al 1995 quando ha deciso di lasciare questo settore e dedicarsi all’insegnamento delle tecniche d’animazione alla Yoyogi Animation Academy. Un profilo sicuramente molto apprezzato a livello internazionale. Nel 2019 aveva ricevuto dalla Japan Academy Film Prize Association un premio alla carriera. Una lunga esperienza che lo ha fatto conoscere in tutto il mondo e non solo in Giappone.

Cinema
Cinema

Yasuo Otsuka morto

La famiglia ha preferito mantenere il massimo riserbo sulle condizioni di salute del regista e animatore. La notizia della scomparsa è stata data da Toshio Suzuki, produttore dello Studio Ghibli, durante il Tokyo Anime Awards. Nessun altro particolare è stato riferito e l’ultimo saluto si svolgerà nel massimo rispetto delle norme anti-Covid.

Al termine della pandemia, possibile un evento per ricordare il regista con molti amici e colleghi che omaggeranno per l’ultima volta il grande artista. Un nome che difficilmente sarà dimenticato dalle generazioni future anche grazie ai cartoni che continuano ad essere trasmessi in Italia come Conan e Lupin.


Biella, professore morto dopo il vaccino: i risultati dell’autopsia

Metadone nel biberon, una neonata di 40 giorni è in coma. Indagata la madre